Centro per ragazze di strada a Soddo (Etiopia)

L’ Etiopia, è uno dei paesi del Centro Africa più povero in assoluto e tale povertà spinge spesso le ragazze alla prostituzione minorile per il proprio sostentamento e quello dei suoi famigliari, quando le famiglie sono estremamente povere e tale fenomeno nei centri urbani è molto esteso ed ancor di più in alcune città di periferia, con una forte espansione della malattia dell’HIV, tra coloro che si prostituiscono. Tale fenomeno molto diffuso anche nella Regione del Wolayta, dove è ubicata la città di Soddo e dove da diversi anni opera Abba (padre) Marcello Signoretti, fondatore del “Centro dei Ragazzi di Strada” in cui vengono accolti molti ragazzi poveri che vivono sulla strada ed aiutati nel loro sostentamento e percorso istruttivo.
Attualmente, con l’aiuto della “Onlus – Villaggio dei Ragazzi Sorridenti”, Abba Marcello ha iniziato un progetto che partirà entro il 2018, per la costruzione anche di un centro per le ragazze di strada, sempre nella stessa città di Soddo, ove verranno ospitate circa 80 ragazze ed aiutate anch’esse nel loro sostentamento e formazione per il loro futuro, nonché inserimento nella società del lavoro.

Coinvolto nel progetto come partener, l’Ufficio Governativo Etiope: “Women and Children Affaire”, che controlla lo sviluppo del progetto, monitorizza e da suggerimenti educativi. Ma non da supporto economico al progetto.

L’obbiettivo principale di questo progetto è quello di prevenire la fuga dai villaggi della regione del Wolayta (Etiopia) delle giovani ragazze che non possono proseguire gli studi per mancanza di risorse economiche. Attualmente, molte di queste giovanissime (poco più che bambine) lasciano le loro abitazione e le loro famiglie nei villaggi per andare in città, dove pensano di trovare una possibilità di lavoro o proseguire l’attività scolastica. Purtroppo al loro arrivo, nessuno le aiuta, le consiglia o da loro una mano e molto spesso finiscono per darsi alla prostituzione e sfruttate pur di guadagnare qualche spicciolo per mangiare e mantenersi, vedendo così svanire ogni loro sogno futuro, fra cui poter proseguire gli studi.

Il progetto sostenuto dalla Onlus e portato avanti da Abba Marcello, presso il Vicariato di Soddo è quello di monitorare la situazione nei villaggi della Regione interessata, dialogare, consigliare ed accogliere le ragazze che intendono intraprendere un percorso formativo scolastico presso il nascituro “Centro Per Ragazze di Strada” in Soddo.

In attesa di realizzare tale progetto, Abba Marcello unitamente ai suoi collaboratori sta provvedendo ad ospitare in alcune case a Soddo, 14 ragazze che si sono rese disponibili ad essere aiutate e che in precedenza si erano allontanate dalle loro abitazioni. Tali ragazze seguono attualmente un percorso di educazione scolastica ed a dire degli insegnanti, sono molto brave, intelligenti, attive e promettenti negli studi. Alle stesse viene pagato l’affitto delle abitazioni, il vitto giornaliero e tutto il materiale per la scuola e anche una piccola quota per le loro necessità’ personali, nonché le visite mediche.

Il Centro, obbiettivo del progetto, fungerà sicuramente come forma di prevenzione, ma soprattutto di formazione per il loro futuro, nonché inserimento nella società del lavoro.DSC_7331
In Etiopia, considerato uno dei paesi più poveri del mondo e con un altissimo indice di analfabetismo, sono moltissimi i bambini vulnerabili, orfani, bambini di strada, disabili o vittime di conflitti armati e/o disastri naturali, appartenenti a comunità pastorizie o famiglie povere. Perfino quando iscritti alla scuola primaria, circa la metà degli scolari sono costretti ad abbandonarla prima del termine, spesso perché non hanno risorse economiche o anche per la bassa qualità dell’istruzione o delle difficili condizioni scolastiche che devono affrontare.

IMG_20180405_114802Per cercare di combattere il circolo vizioso di povertà, discriminazione ed ignoranza che priva troppi bambini e bambine nel così detto “Corno D’Africa” di un futuro migliore, la “Onlus – Villaggio dei Ragazzi Sorridenti”, intende promuovere ed aiutare Abba Marcello alla costruzione del “Centro per Ragazze di Strada”, con l’obiettivo di garantire un’istruzione alle tantissime ragazze svantaggiate. A tal fine ha partecipato al Bando per l’anno 2018, indetto dalla Fondazione “Wanda di Ferdinando” di Pesaro, con lo scopo di sostenere progetti validi presentati da alcune Onlus Marchigiane, ove il tema comune principale è il diritto all’istruzione, nonché solidarietà sociale, attività di cooperazione allo sviluppo, soprattutto in favore delle popolazioni del terzo mondo. Nella data del 5 Aprile 2018, la Presidente della Fondazione avv. Federica Maria Panicali, anche alla presenza dell’assessore alla Solidarietà del Comune di Pesaro Sara Mengucci ed altri rappresentanti firmava la convenzione con il Presidente della Onlus “Villaggio dei Ragazzi Sorridenti”, Emilio Pietrelli per l’assegnazione della somma di € 5.000,00, che permetterà ad Abba Marcello di far partire la costruzione del Centro per le ragazze di strada.